Can't get any data. Weather Report , 0°C, Can't get any data.

Torneo di Viadana: una giornata meravigliosa

Torneo di Viadana: una giornata meravigliosa

La Nuova Rugby Roma rientra alla base nella notte di domenica, dopo un’esperienza sportiva – formativa di 2 giorni, vissuti con pienezza da tutti i ragazzi partecipanti. Tante le immagini che si affollano nella mente di chi, da genitore – spettatore e tifoso, cercherà di riportare la cronaca di quanto è accaduto a chi non era presente, comprese le emozioni, il divertimento, il sostegno ed i risultati che questi ragazzi hanno condiviso.

La NRR partecipa al torneo con 3 categorie, Under 8 10 e 12, di fronte a più di 20 società rappresentate, con Roma unica partecipante del centro-sud. Parma, Milano, Colorno, Lecco, Verona, la vicina Reggio Emilia, Padova ed i padroni di casa del Viadana (solo per citarne alcune): tutte squadre di grande tradizione rugbistica, competitive e pronte a dare il meglio. Era quello che volevamo, partite vere e squadre rugbisticamente evolute, giocatori con i quali confrontarci ed ai quali stringere la mano a fine partita.

E allora via. Si inizia in perfetto orario. La 8 e la 10 giocano a pochi metri di distanza e questa è una grande fortuna per i supporter della NRR Family. La 12 viene inserita in un girone difficile, ma i progressi mostrati dai nostri ragazzi durante le ultime uscite fanno ben sperare. Anche la 8 non è fortunata: nel girone squadre molto forti e fisicamente più prestanti. Si inizia però con una bella vittoria contro Lecco (4-2). Ma a seguire c’è la forte squadra di Parma alla quale i nostri ragazzi non riescono a tenere testa cedendo 4-1, nell’unica partita in cui obiettivamente avrebbero potuto fare qualcosa di più. Ci rifacciamo contro il Cernusco, battuto nettamente 10-0 ed ora ci aspetta la forte squadra del Petrarca Padova. Per sperare nel primo posto dobbiamo vincere. I nostri ragazzi vanno subito in svantaggio e la partita sembra già segnata. Non è così. L’Under 8 non ci sta e per 5 minuti buoni rintuzza ogni attacco degli avversari, sfiorando in più di un’occasione la meta del pareggio. Alla fine Padova vince mettendo 2 mete a segno nel finale. Ma ottima prestazione dei nostri, che però si ritrovano a disputare le finaline per il 9° posto, raggiunto con successo dopo avere battuto Milano (6-2) e Reggio Emilia (5-1).

La 12, impegnata in un girone a 3, parte bene vincendo 7-0 sul Colorno, battuto anche dal Milano. Sfida decisiva per il 1° posto nel girone contro Milano, quindi. Partita tostissima, nella quale i nostri cedono con lo scarto minimo (2-1) dopo un match nel quale avrebbero meritato di più. I nostri ragazzi si ritrovano a competere per il 7° posto, raggiunto dopo avere vinto tutte le partite che seguono mostrando un ottimo gioco ed una particolare attitudine ad essere squadra. Se vogliamo, al di là di qualsiasi possibile risultato, era quello che speravano di ottenere i nostri tecnici. Ma questi ragazzi hanno margini di miglioramento: sarà importante continuare a lavorare sul campo e riscontrare i progressi alla prossima occasione.

Anche la 10, reduce da un 2° posto al torneo di Noceto, viene inserita in un girone di ferro. Ma i nostri entrano in campo subito con la giusta attitudine e regolano con autorità ed in un crescendo Parma (6-2), Bassa bresciana (7-1), Livorno (7-0) e Colorno (10-0). Semifinale contro Verona. Devo dire che in oltre 12 anni di tornei giovanili non ricordo una partita del genere disputata da una under 10. Ne sono rimasto talmente colpito che durante il viaggio di ritorno ho voluto parlarne con i protagonisti, i ragazzi, chiedendo quali fossero state le loro sensazioni e come fossero riusciti a mantenere un ritmo così sostenuto, impegnando costantemente la forte squadra veneta, andando ripetutamente in meta. Mi hanno risposto con semplicità, che avevano attuato ciò che il loro allenatore gli aveva chiesto, alla massima velocità e dal primo all’ultimo minuto. L’allenatore (Roberto) è stato il primo che si è complimentato con loro, alla fine del match, vinto 7-0. La 10 in finale per il primo posto, da disputare allo Stadio Zaffanella contro Reggio Emilia, alle ore 14:30. I ragazzi partono molto contratti, forse sentendo troppo la pressione per la posta in palio. Poi però si sbloccano con la prima meta, riuscendo a dominare la partita e ad aggiudicarsi il 1° posto col punteggio finale di 7-1. Ulteriore soddisfazione per il nostro Alessandro Gambarelli, premiato dalla giuria come “man of the match”. Vedremo se questa squadra riuscirà a mantenere la giusta umiltà per proporsi a questi livelli anche nelle prossime uscite.

Ultima importante nota, la Nuova Rugby Roma risulterà terza nella classifica generale delle categorie, preceduta da Padova (che si è aggiudicato il Trofeo Leonero) ed i padroni di casa del Viadana. E mancavano i nostri piccoli-grandi cuccioli dell’Under 6….

 

 


Related Articles

La Nuova Rugby Roma in evidenza ad Arezzo

La Nuova Rugby Roma si distingue al Torneo Serboli di Arezzo grazie alle ottime prove delle due selezioni impegnate: l’under

L'U20 vince ancora

      L’Under 20 si ripete dopo Catania e sconfigge 59-3 il Cus Roma con 9 mete dopo un

La Nuova Rugby Roma alla volta di Noceto

La Nuova Rugby Roma partirà domani, sabato 24 marzo, alla volta di Noceto per partecipare al 24° Torneo Colla De

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*