Under 10 a Treviso: un’emozione lunga 2 giorni

Under 10 a Treviso: un’emozione lunga 2 giorni

Quella che la nostra Under 10 ha compiuto al 40° Torneo Città di Treviso è stata una vera impresa. I ragazzi si sono piazzati al terzo posto assoluto dopo avere condotto 2 giorni di gare ad altissimo livello, perdendo una sola partita in semifinale, contro i padroni di casa del Benetton, squadra che si è meritatamente aggiudicata il primo posto. Il risultato ottenuto da questi ragazzi va contestualizzato e valorizzato tenendo presente alcuni numeri: l’evento – tra i più importanti d’Europa – organizzato dalla Benetton e disputato a Treviso e Paese ha visto in questa edizione la partecipazione di 5.770 bambini provenienti da 346 squadre diverse. Dieci le nazioni estere coinvolte: Austria, Croazia, Francia, Inghilterra, Irlanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Russia, Slovenia e Spagna. Nella splendida cornice del centro sportivo de La Ghirada, tra sabato 12 maggio e domenica 13 si sono giocate 1.870 partite tra le categorie Under 6, Under 8, Under 10, Under 12 e l’Under 14 maschili e femminili. Parliamo quindi di un vero e proprio campionato italiano di categoria.

Il torneo riservato alla categoria Under 10 vedeva la partecipazione di 96 squadre divise in 24 gironi. I nostri ragazzi venivano inseriti in un girone difficile (come spesso è capitato durante tutti i grandi tornei disputati quest’anno) composto dal San Marco Mestre, dal Parma Rugby Young (squadra fresca vincitrice del Torneo di Noceto) e dal Valsugana, campione uscente della scorsa edizione. In queste manifestazioni è il girone di qualificazione che, spesso, determina le sorti di tutto il torneo; basta perdere una partita o più facilmente – come purtroppo ci è capitato in passato – anche una meta subita può fare la differenza. Staff e giocatori lo sanno e sabato mattina si entra in campo concentrati, decisi a dare tutto ed a confrontarsi con le migliori squadre d’Italia.

Sabato 12 maggio, di buon mattino, la squadra arriva ai campi di gioco e riesce ad inanellare una serie di vittorie che configureranno la giornata perfetta. Nel girone di qualificazione superiamo Mestre nella prima partita (12-0), poi affrontiamo e battiamo Parma (4-1), infine ci aggiudichiamo una bellissima partita per 2-1 contro i forti ragazzi del Valsugana. Non è nemmeno l’ora di pranzo e siamo già fra le prime 20! Ma non è finita. Nel secondo girone, disputato nel pomeriggio, superiamo Casale (6-1), poi il Dosson di Casier sempre per 6-1, infine il Lainate per 6-0.

6 partite, 6 vittorie e 4 mete subite. No. Non siamo venuti in gita a Treviso, siamo fra le prime 8!!

Sabato 12 maggio, l’abbiamo già detto, sarà ricordata anche come una delle giornate più torride: il caldo asfissiante di Treviso ed il grande coinvolgimento emotivo della nostra Rugby Family – a bordo campo, ma anche fra coloro che seguivano dal Tre Fontane – ha posto a dura prova le coronarie. Ne ha fatto le spese uno dei nostri tecnici che ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. Nulla di importante per fortuna e tutto ok. Si rientra in albergo per riposare e ricaricarsi in vista dei prossimi incontri. Intanto qualche genitore/tifoso rimasto a Roma non riesce a resistere e durante la notte si mette in viaggio, pronto a non far mancare alla squadra il proprio apporto.

Domenica 13 maggio l’emozione sale. Le 8 squadre selezionate sono state divise in 2 gironi: a noi capitano il Verona, Mogliano ed i padroni di casa del Benetton, una corazzata che sabato aveva dato grande prova – come noi – con uno strike di 6 vittorie ed 1 sola meta subita (!). I nostri ragazzi si ributtano in gioco, vogliono la finale e sono pronti a ripartire. La partita contro il Verona, incontrato già 2 volte durante questa stagione, ribadisce la nostra supremazia. Vinciamo 1-0 senza brillare come in altre occasioni, forse perchè la testa è già rivolta ai padroni di casa. Siamo venuti fin qui per sfidarli, a casa loro. Ed eccolo il momento, ecco LA PARTITA, ecco la Benetton. E’ una squadra che impressiona per la stazza fisica dei ragazzi che la compongono, alla quale noi proveremo ad opporre la tecnica e le nostre soluzioni di gioco, provate e riprovate in allenamento, col sole, con il fango o la neve. Forza ragazzi! Il momento è ora! La tensione sale alle stelle. Ma è questa la finale? Sono in molti a chiederselo fra il pubblico che accorre a vedere questa partita, mentre per gli addetti ai lavori è una certezza. Si percepisce l’emozione sui volti di tutti e la determinazione su quelli dei giocatori in campo. Nessuno ci sta a perdere. E’ un momento di tensione, un replay bellissimo, che solo lo sport (questo sport) sa regalare. Un attimo di silenzio e poi il fischio dell’arbitro. Proviamo ad arginarli ma ci mettono subito in difficoltà in mezzo, in particolare sui punti di incontro dove vogliono dare (e danno!) dei chiari segnali di supremazia fisica. La nostra 10 va sotto di 2 mete ma mette tutto in gioco: orgoglio, forza, agilità provando in tutti i modi a rimettere in discussione il risultato. Quando l’arbitro fischia la fine però, il punteggio è sempre quello, inchiodato sul 2-0. Abbiamo perso ma dando tutto quello che avevamo, quindi anche noi abbiamo vinto! I ragazzi lo sanno e vanno a complimentarsi con chi li ha battuti, con merito.

Dopo una partita del genere, dove ti vedi sfumare il sogno di giocare la finale allo Stadio Monigo, è dura rimettersi dritti e continuare perchè il torneo non è finito. I nostri ragazzi ci riescono, dando ancora una volta prova di essere proprio bravi. Battono 3-2 il Mogliano quasi in scioltezza, e si presentano davanti al Modena per il 3° posto. La giocano alla grande questa finale che finisce 10-1, senza discussioni. Poi crollano tutti per l’emozione in un lungo abbraccio, fra gioia e lacrime di felicità.

Poco più tardi i nostri avversari, gli unici ad averci superato, si aggiudicheranno la finale battendo Livorno 8-1.

Siamo terzi assoluti. Anzi, SIETE terzi assoluti. Noi siamo “solo” orgogliosi di voi.

FORZA Nuova Rugby Roma!

 

 


Related Articles

L’Under 14 quarta al Torneo di Parma

La Nuova Rugby Roma Under 14 torna da Parma con un ottimo 4° posto, sconfitta nella finalina dall’Aquila rugby experience.

Faccia a faccia con la Nazionale: che emozione!

Grandissima emozione per il nutrito gruppo dei ragazzi della Nuova Rugby Roma appartenenti alle categorie Under 8 ed Under 10,

L'Under 16 prevale sul Benevento (29-7)

  Ottima prova della Nuova Rugby Roma Fiamme Oro Under 16 che prevale sul 4° Circolo Benevento con il punteggio

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*